La missione


Guidiamo queste auto di livello superiore ogni giorno.

Ora che è alla sua seconda generazione, la Model S è ancora la più bella berlina sul mercato. Non invecchiano mai. Tuttavia, non potevamo provare lo stesso senso di estetica quando cercavamo delle ruote. Molto indietro nel 2012, Tesla ha introdotto l’originale design delle ruote aero da 19″ con l’inizio della prima generazione della Model S. È stato rapidamente interrotto e fino ad oggi non è mai stato rivalutato. Mancava qualcosa. La sfida consiste nel creare una ruota che sia in perfetta armonia con l’ingegneria e il design dell’auto.

Volevamo la ruota che Tesla non ha mai realizzato. Una ruota con un buon design, una migliore maneggevolezza e un minor consumo di energia. Migliorando ogni aspetto.

Sfondo


Ci siamo incontrati attraverso la comunità Tesla Owners, una piattaforma unica dove le idee progressiste sono condivise e analizzate criticamente. Svezia e Germania hanno partecipato a discussioni su ruote, efficienza e scelte limitate per tutti noi. Tutti volevamo qualcosa di più.

Alexander, l’appassionato di Tesla, ha un background familiare di imprenditori nel trasporto aereo e nell’industria. L’approccio di Tesla nel creare l’auto più divertente, che è anche elettrica, lo ha affascinato. Ama cucinare una bella cena o anche portare i suoi figli a vedere un bel tramonto con il suo aereo.

Rasmus, il nostro ingegnere meccanico “hardcore”, si è laureato al Royal Institute of Technology di Stoccolma. Pesca a mosca con i suoi fratelli per rilassarsi, è il nostro osservatore analitico, brillante nel suo modo di risolvere anche il più impegnativo dei compiti di ingegneria.

Ulrich, attraverso il suo lavoro e il suo amore per le auto, e per la sua attività di fotografo, ha una visione speciale dei trends del design e delle cose belle della vita. Ama portare la sua famiglia a fare viaggi in vettura elettrica in tutta Europa. È il nostro visionario creativo e la nostra anima premurosa. È lui che riunisce la squadra.

Il nostro partner


Fondmetal S.p.A a Bergamo, Italia, rappresenta la rara specie di uno degli ultimi produttori di ruote a conduzione familiare.

Il team dedicato è guidato dalla quarta generazione della famiglia Rumi, Stefano Rumi. Suo padre, il defunto Gabriele Rumi, rilevò la fonderia di ferro di famiglia (fondata nel 1908) nel 1961 e nel 1972 la trasformò in Fondmetal, fornendo all’industria automobilistica italiana parti specializzate. Nei tempi difficili della crisi petrolifera corso il rischio di investire in attrezzature di produzione all’avanguardia per le ruote in lega leggera, e questo gli ha permesso di ridurre la dipendenza da ordini di terzi e quindi di rimanere indipendente.

Nel processo, la sua attenzione al dettaglio e la sua passione per le corse portarono naturalmente Fondmetal a diventare una fonte di parti di altissima precisione per la Formula 1. Negli anni ’90, per pura passione, esperienza e impegno, hanno anche accettato la sfida più difficile: Competere con il proprio team di Formula 1 contro i pesi massimi sostenuti dalle grandi marche automobilistiche. Anche se è durato solo due stagioni, il vasto know how aerodinamico raccolto di conseguenza ha portato alla galleria del vento/centro di R&S FondTech utilizzata dai team di Formula 1 nel decennio successivo.

Questa combinazione unica di tecnologia, artigianato, storia e passione ci ha reso facile la decisione di scegliere il nostro partner in questo viaggio.